Fondazione misericordia domini. Storie e volti di solidarietà.

redazione
In foto il presidente della fondazione don Gianni Branco e alcuni volontari. Foto precedente al DPCM del 09 marzo 2020.

di Giuseppe Simeone

A Capua la fiamma della carità è sempre accesa. Tra le strade e i vicoli della città sede dell’Arcidiocesi di Capua c’è la fondazione misericordia domini onlus. Qui ogni giorno vengono scritte pagine splendide di solidarietà da don Gianni Branco e tantissimi volontari. Camminando lungo via Ludovico Abenavolo si arriva alla “Casa della Divina Misericordia” inaugurata nell’ottobre 2010. Successivamente nel 2012 è stata costituita la Fondazione “Misericordia Domini onlus” alla quale è stata ricondotta la titolarità della casa. La fondazione in armonia con i principi ispiratori della Dottrina Sociale della Chiesa è fortemente connotata da una scelta di fondo:  “Vivere il Vangelo della Misericordia”. Questo la porta a essere presente dove si determina l’emergenza e nasce per dare una risposta alle tante povertà presenti sul territorio e affonda le sue radici nelle parole stesse di Gesù: “io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. Ogni volta che avete fatto queste cose ad uno solo dei miei fratelli, l’avete fatto a me” (Mt 25, 35-40). È proprio per questo che i servizi della fondazione si articolano in centro di ascolto (avevo sete), mensa e servizio pasti a domicilio (avevo fame), dormitorio maschile e femminile (ero forestiero), servizio doccia assistita (ero nudo), servizio per l’igiene personale (ero malato), accoglienza area carcere (ero carcerato). Una carità che dal giorno dell’apertura non si è mai fermata ma anzi si è incrementata giorno per giorno soprattutto in questo periodo dell’emergenza Covid-19 in cui gli sforzi dei volontari a favore dei più poveri, dei più piccoli e dei più bisognosi si sono moltiplicati. Leggendo il report della fondazione, recentemente pubblicato, ascoltando i volontari e il presidente della fondazione don Gianni Branco nonché direttore dell’ufficio pastorale familiare dell’Arcidiocesi di Capua ci rendiamo conto della grande opera portata avanti da quasi dieci anni.

Ho deciso di camminare tra le strade di Capua, raccontare e scrivere di questa grande opera perché in questi casi comunicare storie come queste è un dovere. Oltre sessantacinquemila ore di volontariato, oltre quarantacinquemila pasti da asporto, oltre duecentomila pasti in sala, oltre settantamila notti di accoglienza, oltre diciassettemila persone ascoltate, oltre duemila prestazioni infermieristiche. Dietro questi numeri ci sono persone che inoltre dal 9 marzo 2020 sono state travolte dall’emergenza coronavirus e dalla conseguente quarantena. Ecco che la carità si è potenziata e il lockdown si è trasformato in un tempo di grazia intensificando la preghiera e la solidarietà. Tante famiglie in difficoltà sono state aiutate dalle donazioni di aziende e privati. Si è ascoltato chi aveva bisogno, accolto chi non aveva un luogo dove riposare. Tutto ciò anche grazie all’aiuto di tantissimi giovani. Durante la quarantena in sei settimane sono stati inoltre distribuiti, con cadenza settimanale, oltre tremilacinquecento pacchi a nuclei familiari con e senza minori. Sono stati infine consegnati oltre novecento pacchi speciali per bambini. 

Ragazzi della parrocchia di San Roberto Bellarmino in una mattinata di servizio presso la Casa della Divina Misericordia. Foto precedente al DPCM del 09 marzo 2020.

I nostri volontari non solo hanno mantenuta accesa la fiamma della carità tenendo aperte le nostre strutture ma hanno anche moltiplicato gli sforzi a sostegno dei più poveri, dei più piccoli, dei più bisognosiDon Gianni Branco presidente della Fondazione Misericordia Domini O.n.l.u.s.

Per noi “servire” è un’espressione di amore concreto, che pone l’accento anziché sul fare sull’essere, sull’offrirsi anziché sull’offrire, sulla relazione più che sull’organizzazione. Diventa “missione”e la missione cambia la vita a chi la fa e a chi la riceveI volontari della Fondazione Misericordia Domini O.n.l.u.s.

Un mosaico raffigurante Gesù Misericordioso presente all’interno della Casa della Divina Misericordia.
808
Next Post

How to Find Term Paper Writers

The demand for term paper writers is increasing each year. Unfortunately, most pupils do not know how to go about finding askmap.net a fantastic author. A whole lot of universities that appeal to researching are known to offer you a broad assortment of services. However, 808