Next Post

Il bello e il giusto

Sulla tutela del patrimonio culturale e la sua fragilità (di Tiziana Zanetti- ed. San Paolo) Riflessioni di Maria Merola “Il patrimonio culturale può davvero rappresentare uno strumento potente di rigenerazione dello sguardo, delle emozioni, e, di conseguenza, delle azioni”  «Per rispettare un’opera d’arte bisogna innanzitutto “vederla”, riconoscerla come tale, attribuirle un valore materiale e simbolico importante per sé e per la propria comunità. La sfida dell’educazione al e attraverso il patrimonio è proprio quella di portare avanti una progettualità educativa che aiuti i giovani a saper riconoscere e prendere le distanze dalla spettacolarizzazione, dalla banalizzazione…» Questi, a mio avviso, i […]