Apostolato attivo e significativo

admin

Celebrazione della XVII Assemblea Diocesana 15 e 16 febbraio

DI ANNA MARIA MONTINARO

Nei giorni 15 e 16 febbraio 2020, nel salone Capecelatro in Capua, è stata celebrata la XVII Assemblea Diocesana che ha concluso anche la celebrazione delle assemblee parrocchiali con l’approvazione dei presidenti parrocchiali eletti ed è stato eletto il nuovo Consiglio Diocesano. Sabato 15, dopo il momento di preghiera presieduto dal Vescovo, è intervenuto il delegato nazionale Vittorino Onofrio, che ha portato il saluto della presidenza nazionale. La parola è poi passata alla presidente diocesana uscente, Maria Merola, che ha sintetizzato, nella sua relazione quanto vissuto durante il corso di questo triennio. Dopo i ringraziamenti, la presidente ha ricordato e ringraziato il Signore perché quest’anno avremo la gioia di festeggiare il centenario della fondazione della nostra Azione Cattolica diocesana. Un ringraziamento speciale è stato formulato al vescovo per la nomina dei nuovi assistenti, don John Mortty, assistente unitario e don Pietro Rachiero, nuovo assistente ACR e i confermati assistente adulti don Enzo Di Lillo ed assistente giovani don Agostino Porreca. Dopo tanti anni senza una nostra sede, una “casa dove abitare”, peregrini e ospiti di chi aprisse le porte della sua casa o parrocchia, il vescovo ci ha affidato la chiesa di San Girolamo in Capua come sede diocesana di azione cattolica. In questi anni è stato visto e vissuto il volto bello della nostra AC. I tanti gruppi parrocchiali, che nel silenzio prorompente del loro servizio quotidiano alla Parrocchia, si sono sempre adoperati come umili operai nella vigna del Signore, giorno dopo giorno, rendono testimonianza al suo Vangelo, sia nella vita personale che nel nostro territorio. Come non citare, ha detto la presidente, le belle iniziative sul territorio di Capua San Giuseppe, prima parrocchia nella città a promuovere il defibrillatore e tecniche di primo soccorso…Come non ricordare le incisive testimonianze sul territorio delle parrocchie di Casapulla, l’impegno costante e sinergico delle parrocchie di San Prisco, le innumerevoli iniziative delle parrocchie di Casagiove, sempre in umile e significativa collaborazione con le istituzioni, in particolare con le Scuole. Bellona, sempre aperta al servizio agli ultimi…Portico, culla e cuore di belle vocazioni. Caturano, tenace e fervente. Curti, Santa Maria C V San Pietro, sempre pronta a organizzare sul territorio iniziative per coinvolgere alla solidarietà. Santa Maria C V San Paolino, umile, con servizio silente, con persone cariche di umanità. Santa Maria C V Duomo parrocchia della grande presidente Margherita Papa, pilastro di fede e testimonianza di vita. Infine, la parrocchia SS. Annunziata in Marcianise, parrocchia dove la presidente è socia tra i soci e vive il proprio cammino personale di servizio e formazione. Un grande ringraziamento anche per le nuove parrocchie che hanno aderito all’AC, che quest’anno hanno celebrato le loro prime assemblee parrocchiali: Santa Maria La Fossa, San Vitaliano in Santa Maria C V, la Sanità di Marcianise. Un enorme grazie al Signore perché ha guidato e protetto tutte le nostre iniziative poste in campo a livello diocesano: i campi di settore e unitari, la scuola di formazione, gli esercizi spirituali, i ritiri mensili … i momenti di adorazione, le feste dei giovani, i caffè educatori, le feste dell’ACR, gli appuntamenti intergenerazionali, come le feste ACR adultissimi…i pellegrinaggi diocesani, il pellegrinaggio interdiocesano a Roccamonfina con la madonnina della Domus Mariae in Roma, il percorso sulla Costituzione che si è concluso con la visita al Quirinale e alla sede nazionale di AC. Questo percorso è stato vissuto per riflettere sulla nostra identità di cittadini in questo tempo e in questa storia. L’ accompagnamento alla genitorialitá nelle scuole. I percorsi Arte e Fede. Molte sono le cose affiorate nella nostra memoria: persone, attività, luoghi. Quante storie intrecciate, quanta vita bella, ricca dei vissuti carichi di umanità, straordinari nella semplicità. Testimonianze di chi vive il Vangelo nella concretezza della vita e nelle pieghe della quotidianità. Certo, ci sono stati anche grossi momenti di difficoltà, che però ci hanno tenuto sempre i piedi ancorati alla terra e lo sguardo rivolto verso il Cielo. É stato un cammino vissuto con tutti i limiti e le debolezze umane. Si poteva fare meglio, sicuramente, ma in tutto è stato messo il cuore. Tutto quello che abbiamo organizzato è stato fatto con la Passione associativa del vivere ancorati alla Croce, col sacrificio di morire a noi stessi, per fare spazio a Lui, con la preghiera, l’ascolto della Parola che oltrepassa il cuore e penetra l’anima, per essere, come dice il nostro papa: apostolato attivo e significativo per chi ci incontra. Dopo l’intervento della presidente, l’assemblea ha discusso e approvato la bozza del documento assembleare che segna le linee programmatiche per il nuovo triennio. Nella giornata di domenica 16 febbraio, invece, si è proceduto alla votazione ed alla elezione del nuovo consiglio diocesano per il prossimo triennio 2020-2023. A tutti un santo cammino a servizio nella nostra Chiesa che è in Capua.

1
Next Post

Una mentalità battesimale

Battezzati e inviati DI SUOR NICOLETTA BRAUS Sembra proprio che in questo anno pastorale tutto parta dal grande tema del Battesimo. Oltre alla formazione permanente della nostra Congregazione, che gravita attorno al primo sacramento cristiano, nella nostra comunità di Santa Maria Capua Vetere abbiamo deciso di impostare anche le giornate formative che, ormai per tradizione, viviamo nel corso delle domeniche dell’anno scolastico. Abbiamo pensato, infatti, di dedicare tre incontri specifici per ciascuna classe della scuola dell’infanzia e della scuola primaria all’approfondimento dell’immenso dono che abbiamo ricevuto il giorno del Battesimo. Partiamo dalle catechesi di Papa Francesco ed altri autori per […]