Premio Nazionale “Legalità e Sicurezza Pubblica” in memoria dell’agente di PS Domenico Russo

Premio Nazionale Legalità e Sicurezza

L’incontro si è svolto sabato 13 aprile presso il Cineforum “A. De Curtis” di San Tammaro. Il premio è stato dedicato al ricordo dell’agente scelto, Domenico Russo, vittima dell’attentato mafioso consumato a Palermo il 3 settembre 1982, in cui furono assassinati Carlo Alberto Dalla Chiesa e la moglie Emmanuela Setti Carraro. Russo morì  il 15 settembre in seguito alle ferite riportate nell’agguato.  La manifestazione è stata organizzata dall’amministrazione comunale di San Tammaro. Una giornata di testimonianza, moderata dal giornalista Salvatore Minieri, con uomini e donne che combattono ogni giorno contro la camorra. Sono stati premiati don Luigi Merola presidente della Fondazione “A’ Voce d’’e creature” il cui premio è stato ritirato dal suo collaboratore l’avv. Giuseppe Simeone, don Antonio Coluccia di Roma, il commissario coordinatore Gaetano Manganelli, comandante della casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, il sostituto commissario PS Luciano Baglioni inchiesta Uno Bianca, l’ispettore capo polizia penitenziaria Tommaso Staffoli ex autista del giudice Falcone, l’assistente Polizia di Stato Armando Riccardo della Questura di Roma, il fotoreporter antimafia Nicola Baldieri di Aversa, l’imprenditore Vincenzo Balli vittima di ingiustizia, l’imprenditore Mario Volante che ha denunciato il pizzo, l’imprenditore Tiberio Bentivoglio vittima del reato mafioso, l’imprenditore Giuseppe Piraino vittima del reato mafioso, Dario Scherillo vittima innocente del reato camorristico, la professoressa Eugenia Carfora dirigente scolastico di Caivano, il giornalista de Il Mattino Vincenzo Ammaliato inchiesta mafia nigeriana.

Related posts