Con le mani e con il cuore, l’Opera-Segno della parrocchia San Pietro Apostolo

Don Agostino e i Volontari

Questo servizio caritativo è iniziato a luglio. I volontari della caritas ogni 15 giorni di sabato preparano la cena per circa 80 persone, tra  bisognosi e senzatetto, che si ritrovano alla stazione di Caserta. Una piccola ma importante risposta che don Agostino Porreca insieme a tanti volontari dà a chi vive situazioni difficili. Un servizio per i poveri che testimonia quell’amore evangelico che è condivisione e fraternità. Un segno per i poveri di un Dio che è amore, accoglienza e perdono, un segno per i cristiani di come essere fedeli al Vangelo e infine un segno per il mondo di cosa sta a cuore alla Chiesa. Come ha ricordato Papa Francesco in occasione della Giornata Mondiale dei Poveri non è un atto di delega ciò di cui i poveri hanno bisogno, ma il coinvolgimento personale di quanti ascoltano il loro grido. La sollecitudine dei credenti non può limitarsi a una forma di assistenza, pur necessaria e provvidenziale in un primo momento, ma richiede quella «attenzione d’amore» che onora l’altro in quanto persona e cerca il suo bene.

Related posts