Strage di Capaci: le parole di Valentina Ricchezza dell’Associazione Nazionale Magistrati

Copertina

“Se Giovanni fosse tra noi gioirebbe sicuramente perché la legalità e la lealtà rappresentano un binomio necessario per la realizzazione della pacifica convivenza, perché la lealtà cioè l’onesta è la regola di comportamento imposta dalla legalità. Così un’emozionata Valentina Ricchezza si è rivolta agli studenti presenti nella Cattedrale. “Tutti noi siamo chiamati ad essere onesti, a vivere nel rispetto delle regole perché è la regola che rende liberi perché è la regola che ci consente di vivere nella comunità. La lotta alle mafie è un <<movimento culturale>> che non accetta compromessi e solo l’osservanza delle regole può scongiurare il compromesso. Giovanni Falcone era un uomo che non amava essere definito eroe ma solo servitore dello Stato. L’eredità che ci lascia è quella dell’unione e del rigore morale, del rispetto delle regole sopra ogni cosa. Unione perché solo se siamo uniti possiamo combattere la criminalità organizzata. Un futuro migliore è possibile ed impegnatevi a costruirlo con l’entusiasmo e la gioia di oggi.

Related posts