Strage di Capaci: il ricordo degli alunni dell’I.C. Fieramosca-Martucci di Capua

IMG_1100 - Copia

Falcone e Borsellino, come ben sappiamo erano due magistrati, ma non magistrati qualunque, persone che da sempre hanno lottato contro la mafia e si sono battuti per la legalità. Purtroppo sono stati vittime di “Cosa Nostra” ma rimarranno per sempre degli eroi. Loro sono stati gli unici che insieme al pull antimafia hanno distrutto le possenti barriere dell’omertà, dando così coraggio alla popolazione e all’intero Paese. Il loro sacrificio non è caduto nell’oblio perché, come affermava Giovanni Falcone: “Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”. Ed oggi quegli uomini siamo noi!

Angelo II C

Oggi sono davvero emozionata perché, finalmente, anch’io ho potuto urlare al cielo la voglia di cambiamento; ho potuto urlare che nessuno ci deve far paura! Orgogliosi, tutti insieme, abbiamo sfilato per le strade di questa città con gli striscioni riportanti pensieri significativi come quello scritto da me:  “La vita è nostra: facciamone un capolavoro”. Vorrei anche aggiungere che c’è una frase, tra le tante lette a scuola, che mi ha profondamente colpito ed è quella del giudice Antonino Caponnetto: “La mafia ha più paura della scuola che dei giudici, perché prospera sull’ignoranza”.

            Paola II C

Secondo me, anche noi ragazzi possiamo combattere la mafia attraverso la legalità. Per farlo bisogna essere leali, giusti, coraggiosi ma, soprattutto onesti, così come lo furono i giudici Falcone e Borsellino che hanno dato la vita per questi ideali. Ringraziamo i nostri insegnanti che ogni giorno ci aiutano a capire cosa vuol dire mafia ma soprattutto a combatterla.

Valentina III D

“Parlate di mafia, parlatene in televisione, alla radio, sui giornali però parlatene”.

Queste sono le parole di Paolo Borsellino che mi hanno più colpito, perché ho capito che la mafia si nutre di omertà  e indifferenza ed io non starò mai zitta di fronte alle ingiustizie.

Sara III D

Un giorno, durante un’intervista, il giudice Giovanni Falcone disse: “La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e, come tutti i fatti umani, ha un inizio e avrà anche una fine”.

Noi pensiamo che la mafia avrà fine quando tutte le persone, grandi e piccoli, combatteranno per il rispetto delle regole; quando giornalisti, imprenditori, uomini dello Stato saranno liberi di esercitare la propria professione; quando non ci sarà più omertà e si avrà il coraggio di agire e di non voltarsi più dall’altra parte. Ecco, solo allora potremo dire che la mafia ha avuto fine.

Selia e Francesca Classi Va/VB 

Plesso Martiri di Nassirya

La pace ci sarà

Mettendo un pò di volontà

La pace nel mondo  regnarà.

Tutte le leggi devi rispettare

e le persone incoraggiare

a denunciare il male

con cui a volte devi lottare.

Se tutto questo  ci sarà

Sicuramente la pace regnarà.

Sarah Ferrone 5 B Plesso Porta Napoli

Related posts