Messa vespertina nella “Cena del Signore” (guarda foto)

Il giovedì santo è un giorno importante nella vita della Chiesa e dei  cristiani che vivono  seriamente la loro fede. E’ un giorno speciale perché Gesù, prima di entrare nel mistero della morte, riunisce i suoi discepoli intorno alla mensa per l’ultima cena che non è una cena d’addio, ma un vero e proprio memoriale. Egli dirà ”Fate questo in memoria di me” : attraverso i segni del pane e del vino, nel tempo, rendete attuale questo mistero! Gesù consegna ai suoi discepoli la forza dello Spirito che trasforma la vita naturale in vita eterna.  In questo contesto è inserita la lavanda dei piedi: con questo gesto l’arcivescovo S.E. mons. Salvatore Visco, ha mostrato concretamente quale dev’essere l’atteggiamento di ogni cristiano che è quello di farsi servo degli altri secondo il comandamento dell’amore. Dopo l’orazione di comunione, le specie eucaristiche sono state portate processionalmente all’altare della reposizione,  dove saranno conservate per la comunione di domani. Fino alla mezzanotte si è vegliato in preghiera e adorazione davanti al Santissimo Sacramento custodito nella Cappella di S.Giuseppe ornata con fiori bianchi e rossi.

Senza categoria